NEXTEMA

Chiarisci ogni tuo dubbio

In questa sezione troverete le risposte alle domande più frequenti rivolte ai nostri esperti.
Se non dovessi trovare le risposte alle tue domande, non esitare a contattarci, i nostri esperti saranno pronti a chiarire ogni tuo dubbio.

La tempra laser causa deformazioni sul componente trattato? Se si, di che entità sono?

Il passaggio ad una fase intermetallica più dura in seguito al riscaldamento indotto dal fascio laser causa inevitabilmente un aumento di volume nel materiale, a cui sono associate delle deformazioni geometriche. L’enorme vantaggio del processo di tempra laser è il controllo di queste deformazioni, sia come limitazione alla sola zona trattata, sia come costanza lungo la stessa.

Relativamente all’entità, molto dipende dal materiale ma, soprattutto, dalla profondità di tempra desiderata. Su componenti in acciaio a medio/alto contenuto di carbonio, per profondità di tempra fino a 0.2 mm, le deformazioni indotte sono marginali.

Le caratteristiche meccaniche di un componente stampato mediante Laser Selective Melting sono confrontabili con le caratteristiche di un componente prodotto con tecnologie convenzionali?

In linea di massima, grazie alla microstruttura particolarmente fine che si ottiene in conseguenza alla velocità di raffreddamento molto elevate, è possibile ottenere resistenze meccaniche anche superiori. Tuttavia, occorre sottolineare che proprietà meccaniche di tale entità sono conseguenza di una fase di ottimizzazione necessaria a stabilire, per ciascun materiale processato, la giusta combinazione dei parametri di processo.

Quali materiali possono essere processati con tecnica laser additive?

La quantità di materiali processabili tramite laser additive dipende dal numero di polveri metalliche disponibili in commercio. Quelli più comuni sono AISI 316L, acciaio super rapido K13, Acciaio Maraging, Leghe CrCo per applicazioni biomedicali, Carburo di tungsteno. A queste vanno poi aggiunte le polveri di alluminio e le polveri di titanio le quali, però, data la loro estrema reattività con l’aria vanno trattate con particolari precauzioni.

FAI LA TUA DOMANDA

Contattaci e lasciaci le tue domande, saremo lieti di chiarire ogni tuo dubbio!

Follow us
 
 
 

© 2016 – NEXTEMA s.r.l, P. Iva  03491761205 – Privacy policy
Developed by Adriano Di Matteo